17 febbraio 2011

UniCredit entra nel progetto Desertec

Bookmark and Share

Anche le banche italiane dentro il progetto Desertec: apre le danze UniCredit che ha annunciato, tramite comunicato stampa, di essere entrata a far parte della Desertec Industrial Initiative (Dii)

UniCredit entra nel progetto Desertec

Abbiamo deciso di diventare azionisti di Dii e ciò rappresenta un ulteriore passo nell’ambito della nostra strategia complessiva volta alla sostenibilità, dando il nostro contributo alla lotta contro il cambiamento climatico

Così parla Vittorio Ogliengo, di UniCredit senza citare le possibilità economiche che, tra l’altro, ancora sono tutte da valutare: Desertec prevede la produzione in nord Africa, entro il 2050, del 15% dell’energia elettrica consumata in Europa partendo da fonti rinnovabili (soprattutto eolico e solare termodinamico a concentrazione). Quel che ancora non è chiaro, invece, è se di qui a quella data ci sarà la possibilità di captare gli incentivi statali europei anche per la produzione elettrica rinnovabile africana.

E sono in molti a sperarlo. Paul van Son, CEO di Dii, punta invece sul lato industriale e sulle sue ricadute economiche (incentivi a parte):

Siamo davvero orgogliosi che UniCredit si unisca alla nostra iniziativa industriale. Il nostro obiettivo è la creazione di una partnership per le energie rinnovabili nella regione del Mediterraneo. Ciò implicherà degli investimenti, lo sviluppo di nuove industrie nei paesi mediorientali e del Nordafrica, la creazione di nuovi posti di lavoro e il trasferimento di conoscenze e know-how. Il sostegno sempre maggiore di istituti finanziari di primo piano come UniCredit dimostra che anche lo sviluppo di energie rinnovabili su larga scala viene considerato un’opportunità di business attraente e promettente

Quindi, delle due una: o qualcuno, più in alto di noi, ha fatto i conti e già sa che tra pochi anni produrre energia rinnovabile in nord Africa sarà molto economico, e quindi redditizio, oppure si sono messi d’accordo per gli incentivi e ancora non ce lo hanno detto.

Articolo tratto da Ecoblog.it

Primo piano
Smog, gli effetti sulla salute dei bambiniSmog, gli effetti sulla salute dei bambini

Intravedere un barlume di aria pulita nella cappa di smog che avvolge l’Italia, in particolare le città più popolose ed inquinate come Milano e Torino, non si traduce esclusivamente nello scongiurare multe salate per la violazione delle norme comunitarie sulle polveri sottili

Almone: il fiume sacro dell'Appia Antica a rischio disastro ambientaleAlmone: il fiume sacro dell'Appia Antica a rischio disastro ambientale

Oltre 10 mila litri di gasolio agricolo sarebbero stati sversati nella giornata di ieri nell’Almone, nell’antichità fiume sacro dei Romani e oggi ridotto a uno sconsolato - e inquinatissimo - torrente

UniCredit entra nel progetto DesertecUniCredit entra nel progetto Desertec

Anche le banche italiane dentro il progetto Desertec: apre le danze UniCredit che ha annunciato, tramite comunicato stampa, di essere entrata a far parte della Desertec Industrial Initiative (Dii)

Festival di Sanremo 2011 alimentato da energia verde. L''accordo con EnelFestival di Sanremo 2011 alimentato da energia verde. L''accordo con Enel

 Il Festival di Sanremo verrà alimentato da energia certificata RECS (Renewable Energy Certificate System) prodotta soltanto da fonti rinnovabili

Emergenza smog a Milano: limite di 70 km/h su tangenziali e provincialiEmergenza smog a Milano: limite di 70 km/h su tangenziali e provinciali

Vertice in Provincia con il presidente Podestà. Negli uffici pubblici riscaldamento sotto i 20 gradi
I primi cittadini hanno detto invece no all'unanimità alla proposta di blocco domenicale del traffico

Bergamo, domenica ecologica per abbattere lo smogBergamo, domenica ecologica per abbattere lo smog

Bergamodomenica 13 febbraio si visiterà a piedi per il blocco della auto in centro



 

Auto ibride: nuovi modelli Toyota al prossimo Salone di Ginevra 2011Auto ibride: nuovi modelli Toyota al prossimo Salone di Ginevra 2011

Toyota al prossimo Salone di Ginevra, che aprirà i battenti dal prossimo 3 marzo e fino al 13 sarà protagonista con delle belle novità il mercato delle auto ibride

Un cavillo giuridico frena la diffusione dei Velo-taxi, tricicli a pedalata assisstitaUn cavillo giuridico frena la diffusione dei Velo-taxi, tricicli a pedalata assisstita

Diffusi in tutta Europa, stentano a decollare nel nostro paese questi nuovi, economici ed ecologici taxi per brevi distanze, anche su strae non adibite ai veicoli a combustione

Energie rinnovabili: entro il 2050 soddisferanno l’intero fabbisogno energetico mondiale. Piani e investimentiEnergie rinnovabili: entro il 2050 soddisferanno l’intero fabbisogno energetico mondiale. Piani e investimenti

Le energie rinnovabili come l’eolico, il solare e il geotermico potrebbero soddisfare l’intero fabbisogno energetico mondiale entro il 2050

Solare, Obama finanzia programma per ridurre del 75% il suo costo entro il 2020Solare, Obama finanzia programma per ridurre del 75% il suo costo entro il 2020

A differenza di quanto avviene in Italia, dove i politici fanno promesse che il giorno dopo hanno già dimenticato, negli Stati Uniti ogni promessa è debito, e così fa piacere notare come nei giorni successivi al discorso di Obama sullo Stato dell’Unione, in cui è tornato a parlare con forza delle rinnovabili, il presidente degli States abbia già intrapreso le prime iniziative

Pagina:

Car pooling Tandemobility
Per informazioni:

Chiama il + 39 02 700 251
o manda una mail a info@imginternet.com
o vai al nostro blog o seguici su Twitter


logo Imginternet
Visualizza: Mobile
Esegui ricerca