12 novembre 2010

THINK City a quota 2.500

Bookmark and Share

L'auto elettrica continua a diffondersi, ma l'Italia è pronta ad accoglierla?

THINK City a quota 2.500

La TH!NK City, anzi no, la THINK City (come è stata recentemente ribattezzata da chi la costruisce), è una citycar poco nota in Italia, eppure già festeggia le 2.500 unità prodotte. Un "piccolo" traguardo per un'auto nata quasi dieci anni fa, ma importante perché la dice lunga sulla crescete attenzione verso l'auto elettrica. La THINK City, che è un'auto vera e propria nonostante l'aspetto un po' da quadriciclo, raggiunge circa 105 km/h di velocità massima e accelera da 0 a 80 km/h in 16 secondi, a fronte di un'autonomia di oltre 200 km nella guida urbana.

Per la ricarica delle batterie (al sodio o al litio), è prevista una carica completa che può essere effettuata, ad esempio, durante la sosta notturna, ma già nelle prime 4 ore di carica le batterie possono passare dal 20% all'80% di capacità. Il costo di gestione stimato, almeno secondo il comunicato diffuso a Londra, per un utilizzo di 10.000 miglia (oltre 16.000 km) è di 100 sterline, ossia circa 126 euro; il tutto, ovviamente, a zero emissioni. Dagli inizi del 2008 i primi esemplari della nuova TH!NK City, assemblata nello stabilimento di Aurskog (Oslo, Norvegia), hanno conquistato alcuni mercati europei, a cominciare da Norvegia, Danimarca e Svezia. L'Italia al momento rimane esclusa, ma l'industria automobilistica è ormai pronta per l'elettrico.

Lo dimostra l'ultimo Salone di Parigi (2-17 ottobre), dove ad esempio Renault ha presentato un'intera gamma di veicoli elettrici pronti a viaggiare su strada e l'interesse degli automobilisti è alto.

Il sondaggio di OmniAuto.it "Comprereste un'elettrica come la Renault Twizy?" lo dimostra: la vittoria dei sì è stata schiacciante. Resta tuttavia ancora da sciogliere il nodo infrastrutturale, senza tralasciare quello economico. A listini accessibili (magari tagliati da incentivi statali, già promessi da molti Paesi, ma ancora lontani in Italia), va associata una rete adeguata per l'infrastruttura di ricarica. In questo senso posso rivelarsi utili progetti pilota come quello lanciato da smart insieme ad Enel, ma l'uso quotidiano e diffuso dell'auto elettrica - almeno da noi - appare lontano.

Articolo tratto da  www.OmniAuto.it

Primo piano
THINK City a quota 2.500THINK City a quota 2.500

L'auto elettrica continua a diffondersi, ma l'Italia è pronta ad accoglierla?

NEC: pronta la batteria organicaNEC: pronta la batteria organica

Dopo anni di ricerche Nec ha annunciato di avere finalmente a disposizione il prototipo funzionante della nuova batteria organica supersottile

Salta la proroga della detrazioni per la riqualificazione energetica degli edificiSalta la proroga della detrazioni per la riqualificazione energetica degli edifici

È saltata la proroga al 2011 della detrazione Irpef del 55% sulle spese per l'efficientamento energetico degli edifici. La misura doveva essere introdotta nella legge di stabilità (ex Finanziaria) dal maximendamento del Governo

In treno da Bruxelles ad Amsterdam grazie alle rinnovabiliIn treno da Bruxelles ad Amsterdam grazie alle rinnovabili

Un impianto fotovoltaico unico nel suo genere, sul tetto del tunnel dell'alta velocità in Belgio, permetterà ai passeggeri dei treni da Bruxelles verso Amsterdam di viaggiare ad energia verde.

Il petrolio della Haven  nei nostri piattiIl petrolio della Haven nei nostri piatti

Bonifiche fantasma e pesci ripuliti dal catrame per essere venduti. Sui fondali davanti a Genova giacciono ancora cinquantamila tonnellate di greggio. Che non fermano i pescatori

Presentato a Londra un nuovo sistema di ricarica wirelessPresentato a Londra un nuovo sistema di ricarica wireless

In un futuro non molto lontano le nuove tecnologie ci permetteranno di ricaricare la batteria dell’auto senza fili ed anche in movimento

Le case automobiliste giapponesi sono interessate alla tecnologia EV EliicaLe case automobiliste giapponesi sono interessate alla tecnologia EV Eliica

Mitsubishi, Isuzu ed altre case automobilistiche giapponesi hanno deciso di finanziare il progetto

Sostenibilità e modelli collaborativi: l’innovazione parte dal territorioSostenibilità e modelli collaborativi: l’innovazione parte dal territorio

L’edizione 2010 del Salone del Gusto e di Terra Madre, svoltasi a Torino dal 21 al 25 ottobre, ha ottenuto uno straordinario successo di pubblico con oltre duecentomila visitatori, di cui il 30% stranieri, ed una ricaduta economica sul territorio stimata attorno ai 100 milioni di euro.

Car sharing Milano: spazio all’ecosostenibilitàCar sharing Milano: spazio all’ecosostenibilità

A partire dal prossimo mese di dicembre a Milano le auto che sono adibite al servizio di car sharing, nell’ambito di una maggiore eco-sostenibilità, accompagnata da una conseguente riduzione del traffico di auto private, potranno circolare anche nelle corsie che sono riservate ai taxi ed al trasporto pubblico, ma anche nelle Zone a Traffico Limitato (ZTL).

Protezione delle biodiversità e strategie aziendaliProtezione delle biodiversità e strategie aziendali

Il 2010 è stato dichiarato dalle Nazioni Unite l’anno della biodiversità con l’obiettivo di sensibilizzare l’opinione pubblica mondiale sulla rilevanza di questo tema, fattore fondamentale per il mantenimento di ecosistemi vitali e produttivi, in grado di generare i servizi ecologici alla base del nostro benessere.

Pagina:

Car pooling Tandemobility
Per informazioni:

Chiama il + 39 02 700 251
o manda una mail a info@imginternet.com
o vai al nostro blog o seguici su Twitter


logo Imginternet
Visualizza: Mobile
Esegui ricerca