13 gennaio 2011

Olio combustibile in mare, disastro ambientale a Platamona

Bookmark and Share

Diecimila litri di olio combustibile spalmati sulla battigia di Platamona. Una lunga scia nera che dal terzo «pettine» arriva fino al sesto, quasi al limite della Marina di Sorso 

Olio combustibile in mare, disastro ambientale a Platamona

L'incidente ha riguardato una delle tubature che portano il carburante dalla banchina ai depositi della termocentrale. Dalla condotta, interrata nel cemento, è fuoriuscito l'olio che prima ha invaso la banchina e poi è finito in mare.

In un primo momento si era parlato di «una modesta quantità», ma l'aspetto delle spiagge ieri mattina raccontava un'altra storia. E in realtà la Capitaneria ha quantificato la perdita in 10 metri cubi. È vero che l'intervento dei mezzi di soccorso è stato immediato, il buio ha però impedito una efficare azione di contenimento della chiazza. Una parte del carburante, inoltre, è finita all'interno dei cassoni con i quali è costruita la banchina e qui stanno lavorando gli uomini dell'emergenza E.On. (di ieri un comunicato nel quale si attribuisce la causa a un «imprevedibile guasto meccanico nella linea di drenaggio del collettore manichette posizionato all'interno della banchina»).


Squadre che per tutta la giornata di ieri hanno operato sia all'interno del porto industriale, sia lungo le spiagge. Alle difficoltà del primo intervento in banchina si è aggiunto il vento di maestrale che, rinforzato durante la notte, ha spinto l'olio sulle spiagge. La contaminazione più consistente ha riguardato il territorio di Sorso, ma il gioco delle correnti ha spinto il carburante anche sulle spiagge delle Acque Dolci, nel cuore di Porto Torres. La stessa circostanza ha invece risparmiato Balai e lo Scoglio Lungo. Ma soprattutto si è salvata l'area marina protetta del parco dell'Asinara, distante poche miglia.

Ieri mattina il sindaco di Porto Torres Beniamino Scarpa si è recato a Fiume Santo dove i responsabili della centrale lo hanno tranquillizzato sulla «portata limitata» dell'incidente. Sindaco poi costretto a ricredersi non appena avuta la notizia della contaminazione delle spiagge. «È normale essere preoccupati quando accadono questi incidenti - ha detto Scarpa - Mi aspetto che E.On chiarisca tutto e, soprattutto, s'impegni nel risanamento delle coste. Da parte nostra abbiamo convocato la commissione Ambiente per la valutazione di quanto accaduto e attivato gli uffici che stanno seguendo con attenzione la vicenda per tutti gli accorgimenti del caso».

Più duro il commento di Gigi Pittalis, portavoce dei Verdi di Porto Torres: «Ennesimo disastro ambientale ai danni delle nostre coste, un fatto inaudito e inaccettabile. Lo sversamento in mare pone seri problemi circa la sicurezza delle operazioni di scarico». Ma sono in tanti che, ieri, hanno pensato al piano dell'Eni che vorrebbe impiantare a Porto Torres il più grande deposito costiero di idrocarburi del Mediterraneo.

Un progetto che l'Eni sta portando avanti quasi in silenzio e che, una volta completato, avrebbe la conseguenza di vedere aumentare in maniera esponenziale il traffico delle navi cisterna nel golfo dell'Asinara, di fronte al parco. «Dovrebbe riflettere chi pensa che si dovrebbe portare avanti il piano Eni di stoccaggio nei suoi serbatoi per poi movimentarlo verso altre rotte - aggiunge Pittalis -. Ritengo sia neccessario potenziare ragionamenti che, passando attraverso le bonifiche, ci portino verso un modello di sviluppo armonico basato sull'uso delle nostre risorse».

Articolo tratto da  lanuovasardegna.gelocal.it 

Primo piano
Cresce la mobilità sostenibile in Italia. I datiCresce la mobilità sostenibile in Italia. I dati

Euromobility ha pubblicato l’ormai consueto report annuale relativo al 2010 e riguardante le 50 principali città della penisola che evidenzia l’Italia sia cresciuta in tema di mobilità sostenibile 

Energie rinnovabili: investimenti record nel 2011. I settori trainantiEnergie rinnovabili: investimenti record nel 2011. I settori trainanti

Rinnovabili che passione: è boom di investimenti nel 2010 nel settore, segno di qualcosa che sta davvero cambiando 

Acqua ai privati e nucleare, dalla Consulta ok a tre quesitiAcqua ai privati e nucleare, dalla Consulta ok a tre quesiti

La Corte costituzionale ha giudicato ammissibili tre proposte su cinque. Via libera alle domande su gestione privata degli acquedotti pubblici locali, determinazione delle tariffe e il pacchetto di norme che spianano la strada al ritorno dell'atomo 

Olio combustibile in mare, disastro ambientale a PlatamonaOlio combustibile in mare, disastro ambientale a Platamona

Diecimila litri di olio combustibile spalmati sulla battigia di Platamona. Una lunga scia nera che dal terzo «pettine» arriva fino al sesto, quasi al limite della Marina di Sorso 

Telefonini ecologici, allo studio nuovo standard per tutti i produttoriTelefonini ecologici, allo studio nuovo standard per tutti i produttori

Lo standard prenderà in considerazione l’intero ciclo di vita dei telefoni cellulari, dall’estrazione delle materie prime allo smaltimento 

Carta addio, la Regione Lombardia diventa digitaleCarta addio, la Regione Lombardia diventa digitale

Da oggi l'iter di approvazione delle delibere, con pieno valore giuridico e amministrativo, sarà gestito interamente in digitale risparmiando così circa 300 quintali di carta l’anno  

JellyFish Farm, ipotesi per orti galleggianti e colture idroponicheJellyFish Farm, ipotesi per orti galleggianti e colture idroponiche

Il concept sfrutta il processo di desalinizzazione dell’acqua marina per la coltivazione di orti galleggianti

Genova: installate le prime colonnine di ricarica per le auto elettriche. Il progettoGenova: installate le prime colonnine di ricarica per le auto elettriche. Il progetto

Il progetto Smart City è nato per rispondere ai requisiti richiesti dalla Commissione Europea e dovrà quindi riuscire a garantire una riduzione del 40% delle emissioni di gas ad effetto serra

Stop ai sacchetti di plastica. Benvenute nuove buste biodegradabiliStop ai sacchetti di plastica. Benvenute nuove buste biodegradabili

Dal primo gennaio addio ai sacchetti di plastica e largo alle nuove shopping bag ecologiche e nuovi sacchetti biodegradabili per andare a fare la spesa al supermercato

Siena: al via il 17 gennaio la Settimana dell’energia 2011. I temi in discussioneSiena: al via il 17 gennaio la Settimana dell’energia 2011. I temi in discussione

Gli incontri che si svolgeranno durante la settimana, che avranno come cornice il complesso museale di Santa Maria della Scala in piazza Duomo, verrà anche presentato il progetto pilota di mobilità transnazionale Rinnovambiente

Pagina:

Car pooling Tandemobility
Per informazioni:

Chiama il + 39 02 700 251
o manda una mail a info@imginternet.com
o vai al nostro blog o seguici su Twitter


logo Imginternet
Visualizza: Mobile
Esegui ricerca